commendulli_100x100

Alessandro Commendulli

Via Geremia Bonomelli, 11a, Cremona, CR, Italia

+39 0372 416944

+39 0372 416944

info@commendulli.com
www.commendulli.com

Alessandro Commendulli

Specializzazioni
Violini, viole e violoncelli
Contrabbassi
Riparazione e Restauro
Valutazioni
Strumenti barocchi
Strumenti di allievi


Nato a Cremona nel 1977, all’età di 14 anni inizia la Scuola Internazionale di Liuteria Antonio Stradivari sotto la guida dei maestri Negroni, Conia e G.Scolari .

Conseguito il diploma, inizia la sua attività come apprendista presso diverse botteghe liutaie; dal 2001 apre il proprio Laboratorio nel centro storico di Cremona in condivisione con il maestro Tonarelli Daniele.

Nel 2004 ha frequentato il corso di perfezionamento di costruzione “Strumenti a copia e antichizzazione” tenuto dal maestro Samuel Zygmuntovicz e il corso di “Montatura” sotto la guida dal Maestro Christian Bayon.

Nel 2005 ha partecipato a un masterclass di “Verniciatura” tenuto dal maestro Gregg Alf.
Anche grazie a questi corsi, ha sviluppato una particolare passione per la costruzione di strumenti “copia” dei grandi autori cremonesi.

Nel 2005 ha aderito al progetto Cremona-Cremlino con un violino, in tale occasione è stato invitato a Mosca alla “prima” del tour mondiale dalla Kremlin camera orchestra.

Nel 2009 è stato commissario d’esame presso la Scuola internazionale di Liuteria di Cremona “Antonio Stradivari”.

Nel 2011 è stato invitato a esporre uno strumento alla mostra “Giovanni Battista Guadagnini 1711-1786” tenutasi presso la Galleria Nazionale di Parma.

Partecipa annualmente a molte fiere internazionali tra le quali Tokyo Jisma Fair, Music China, Frankfurt Musikmesse e Mondomusica di Cremona, e ad altrettante exhibitions in diversi paesi del mondo, tra cui Stati Uniti, Korea, Singapore, Inghilterra e Spagna.

Quattro suoi strumenti sono stati scelti e vengono suonati dall’orchestra giovanile del Venezuela Simòn Bolìvar.

I suoi lavori prendono spunto soprattutto dalla grande tradizione dell’arte classica cremonese.
Usa vernici sia a spirito sia ad olio, brillanti e trasparenti, e presta particolare attenzione alla scelta dei materiali, come alle qualità timbriche del suono.