Coppiardi Marco

Marco si è diplomato alla scuola di liuteria Stradivari IPALL di Cremona nel 1985, in quel periodo Francesco Bissolotti e Gio Batta Morassi erano i due maestri di spicco della scuola e della città di Cremona. L'attuale imperatore del Giappone che ha visitato Cremona, suona una viola che Marco ha realizzato appositamente per lui. Nel 1992 Marco si è trasferito a Boston, Massachusetts, dove ha lavorato per alcuni dei migliori musicisti e sui loro famosi strumenti per i successivi 26 anni. Ha lavorato per Johnson String Instruments e dopo quattro anni ha aperto il suo studio. Oltre alla scuola di Cremona, Marco ha imparato il mestiere da diversi colleghi e amici, tra cui Riccardo Bergonzi, Vincenzo e Francesco Bissolotti, René Morel, Vahakn Nigogosian, Horacio Piñeiro, e ai grandi Seminari Oberlin.

“A Cremona ho imparato a costruire strumenti nuovi, a Boston mi sono innamorato di quelli vintage. Ho imparato perché Stradivari e Guarneri sono rimasti così speciali e cosa significano per i loro proprietari.

L'autenticità non ha prezzo. Ogni strumento dovrebbe essere unico, stare in piedi da solo. Creare un oggetto che abbia un significato al di là del suo uso per il giocatore, è una ricerca meravigliosa - questo è il motivo per cui lo faccio. Perché è una sfida, e perché tutti mi dicevano che era impossibile. Per fortuna ci sono altri liutai in giro per il mondo mossi dalla stessa passione, ed è gratificante far parte di questo gruppo. I violini durano per sempre e il tempo che richiedono per realizzarli vale per me”.

Marco Coppiardi ha lavorato per musicisti come Roman Totenberg, Nicolas Kitchen e Yo-Yo Ma. I suoi strumenti sono di proprietà di collezionisti e artisti allo stesso modo. Dopo aver lavorato per 26 anni a Boston, Marco è tornato nella sua città natale, Cremona, in Italia.